Stile Direttivo: importanti annotazioni

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin
©Copyright Olga De Giorgi

Stile Direttivo: importanti annotazioni

Ho avuto modo di constatare come su articoli e/o PDF divulgati in internet – non su testi universitari (chiaramente) -  sia perpetuata l’errata associazione di comportamenti esplicitamente aggressivi come parte della modalità gestionale denominata ‘’Stile Coercitivo’’  o,  addirittura direttamente insita alla descrizione dello Stile Direttivo [Stile di LeaderShip VS Stile di Management]: mi permetto di rilevare ed evidenziare questo grave errore.. per il bene ‘’collettivo’’ E non soltanto come precisazione dal punto di vista strettamente intellettuale, inerente l’ampia letteratura.

Grave errore è giustificare qualsiasi forma di aggressività [verbale>comportamentale E di carattere gestionale] con l’etichetta ‘’stile di gestione x’’.  In Italia, va ricordato, che ogni aggressione è passibile di denuncia [escludendo il caso di ‘’legittima difesa’’ come definito dalla normativa]. In Italia, va sottolineato, ogni manifesta aggressività – specie se cronica (o ripetuta) - è oggetto di intervento psicologico O psichiatrico, se è confermato l’eccesso manifesto quale espressione patologica. In Italia, va rimarcata, la condivisa accezione di < rispetto della persona > è in senso fisico E psicologico+emotivo.

Quando l’energia manifestata tramite aggressività [con diversi gradi d’intensità E differenti ‘’forme’’] è ‘’giustificata’’ dalla ‘’scusa’’ opportuna per tale manifestazione, la confusione attiene al ‘’limite’’ dei comportamenti ‘’giusti/sbagliati’’ e – in accezione psicologica specifica – allo sviluppo del Sé morale E Intelligenza Emotiva.

Ognuno può esprimere il proprio libero pensiero ed il proprio stato d’animo, oltrechè le proprie posizioni, in modalità consone al rispetto delle persone prima di tutto. In Italia la libertà d’espressione è certo riconosciuta: l’aggressività è una manifestazione di un ‘’problema’’ (..).

Modalità adeguate di espressione di idee, emozioni, sentimenti ed interessi (prof.li e/o personali) che contemplano il < rispetto > sono da ricercarsi nell’ambito comunicativo e comportamentale, oltrechè nelle scelte gestionali.. Invito ad esplorare le possibilità offerte dalla comunicazione persuasiva : un’abilità che consente sia d’influenzare, sia d’ esprimere con maggiore precisione la validità e l’aderenza ai propri stati interiori, delle proprie opinioni, delle proprie scelte.

Lo Stile Direttivo [Stile di LeaderShip VS Stile di Management] si caratterizza principalmente da una comunicazione unidirezionale relativa i dettami in ambito lavorativo, stretto monitoraggio delle attività lavorative E processo decisionale totalmente autonomo, accentrato sul Leader Manager. Per correttezza, tengo a precisare che questo va inteso senz’altre ‘’aggiunte’’ del tipo ‘’comunica/si comporta con aggressività’’ O ‘’attua scelte gestionali di sfruttamento e denigrazione del personale gestito’’.

 

Avete mai incontrato persone dolcissime ed in grado di ascoltare ‘’con tutti e 10 i sensi’’ che adottano uno Stile gestionale di tipo Direttivo ? Esistono. Si riconoscon dallo Stile di LeaderShip VS Stile di Management: sono persone sane [potrebbero essere dotate anche d’animo e spirito virtuoso!] e rispettose degli altri, benchè attuino uno stile gestionale di tipo direttivo.

 

Se, invece, nel Vs stereotipo associate al s.i. stile gestionale il < sergente dell’esercito dai modi ‘’tutt’altro che rispettosi’’ > allora è il caso di ricordare che la ns quotidianeità è in ambienti familiari, sociali e lavorativi ben differenti da quelli dell’esercito (per fortuna!).

Spesso – per ignoranza - si associa ad uno Stile gestionale ciò che attiene ad ‘’altro’’..

Saper distinguere è essenziale, per tutti Ed ancor più importante lo è ‘’per chi’’ svolge attività di gestione del personale, professionalmente.. Fondamentale ‘’per chi’’ – come me - opera in ambito HR, nelle attività di Selezione E Formazione.

 

©Copyright Olga De Giorgi

 

agg.links 2/8/'18

 

 

 

 

 

 

< DEVELOP YOUR PROFESSIONAL POTENTIAL >

 

 

RISORSE PER LA TUA CRESCITA PROFESSIONALE on SELEZIONE-FORMAZIONE.ORG

BLOG & E-BOOK di OLGA DE GIORGI

CORSI di FORMAZIONE & SEMINARI di Olga De Giorgi

 

GET YOUSELF

 

BE YOUSELF

 

 

 

 

 

 

Olga De Giorgi

Consulente di Selezione, HR & Sales Consultant, Formatore

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin
Posted in SVILUPPO del POTENZIALE.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.