MARKETING VENDE MARKETING. SALES: MARKETING FA VENDERE?

©Copyright Olga De Giorgi

MARKETING VENDE MARKETING

xxxxv-all-images-copyright-christian-louboutin

COMUNICAZIONE MARKETING UNCONVENTIONAL

“..un’esistenza doppia,

dove ognuno è la rappresentazione di se stesso,

diventando inscindibile dalla persona fisica,

come l’oggetto dalla sua immagine..”

Vilém Flusser

GUERRILLA MARKETING

“..ogni etica, ogni ontologia, ogni epistemologia verranno eliminate dalle immagini,

e non avrà più senso domandare se siano buone o giuste,

originali o artificiali, vere o false, e addirittura che cosa significhino.

Da domandare sarà soltanto: che cosa vivo grazie a loro..”

Vilém Flusser

VISUAL MARKETING

‘’L’oggetto è: reale, quello che vediamo; apparente, la materia di cui è composto; ideale, la sua identità archetipica; comunicazione, il suo rapporto con il gusto; forma e funzione, il suo contenitore ed il suo contenuto; emozione, la storia che può evocare; operazione critica, il linguaggio che lo consacra svelandolo; operazione industriale, come renderlo attivo e produttivo; immagine, il cosa si fa ed il come si fa; anonimo, la sua semplice esistenza.’’ Paolo Schianchi

MARKETING 3.0 ESPERIENZIALE

“La percezione è il processo mediante il quale l’individuo seleziona, organizza e interpreta stimoli e informazioni per ottenere una visione organica del mondo. Le percezioni sono soggettive e possono variare ampiamente fra più individui esposti alla medesima realtà. Nel marketing le percezioni sono più importanti della realtà, perché influenzano il comportamento d’acquisto dei consumatori”. P.Kotler

xxxxv-all-images-copyright-chanel_

Louboutin e Chanel, quali messaggi comunican?

Le images di C.Louboutin e Chanel, quali experiences stimolano?

Louboutin e Chanel, a che tipo di Clientela si rivolgono?

 

TARGET (BUYER) PERSONAS: SOME QUESTIONS..

L’Audit destinatario di Campagne Marketing orientate all’area Sales è oggetto di plurime valutazioni già in precedenza, in fase di stima e scelta dell’opportunità di Business nel Market place in considerazione dell’attrattività del segmento d’interesse ed identificazione dei  vantaggi competitivi, con focalizzazione sulle caratteristiche distintive sia del Brand, sia dell’usual Core-Business su cui si sviluppa la Mission, si struttura la Value Proposition [UVP: approfondimenti nel cap. dedicato del mio e-book© presentato online ”qui”] e si articola la catena di valore [Value Chain], per canalizzare il Value performimg nei processi  e nell’allocazione delle risorse.

Identificare uno o più Target di riferimento, l’Audit ”obbiettivo” è  E S S E N Z I A L dato che incide su qualsiasi Strategia Commerciale & Marketing, oltrechè scelte dei modelli di Business, e tutte le azioni connesse.

Dall’adozione di modelli concettuali errati consegue l’inutilità di qualsiasi decisione strategica ed operativa, oltrechè perdite di tempo e denaro..

  • I confusione concettuale: caratteristiche del Target (Buyer) Personas [B2C; B2B] determinate in base alle associazioni con fasi del Processo d’acquisto benchè trattasi di 2 differenti ambiti. Rapportare una classificazione dei targets di clientela con annesse caratteristiche del tipo < cluster A: ‘’tutti coloro’’ che son in quella fase X del processo decisionale del flusso di vendita> implica un grave errore interpretativo di ‘’cosa s’intende per caratteristiche del target(s) obbiettivo(i)’’: provate seriamente a redigere un piano Marketing o un Business Plan, compilando i campi relativi ai targets di clientela/prospect..
  • II confusione concettuale: caratteristiche del Target (Buyer) Personas  [es. nel B2C] basate sull’identificazione della tipologia di personalità evinta in base la scelta di un dato prodotto / servizio acquistato associando in accezione psicologica un determinato tartto di personalitàè un vero errore (!) dacchè la stabilità della personalità implica che.. ”non si cambia a seconda di ciò che si acquista o non si acquista”: sono altri i fattori che incidon su motivazioni e criteri di scelta in fase d’acquisto. [approfondimenti nel cap. dedicato del mio e-book© presentato online ”qui”].
  • III confusione concettuale: caratteristiche del Target (Buyer) Personas [es. nel B2C] in base all’identificazione della tipologia di personalità sulla base degli stereotipi noti come ‘’Archetipi ‘’[ad es. di Mark-Person (o similari)].

Per quanto si abbia necessità di ancorare ad un modello di rif. i criteri di classificazione in fase di profiling dell’Audit d’interesse, la metodologia per costruire i targets si fonda su presupposti differenti [approfondimenti nel cap. dedicato nel mio e-book© presentato online ”qui”]: dalle 3 confusioni concettuali sopra elencate, le inferenze derivanti dalle ipotesi interpretative relative inducono ad errori significativi e..‘’perdite’’ di risorse e (specificatamente) soldi, oltrechè di tempo..

Analizzare i comportamenti dei consumatori andando a monte del processo d’acquisto per capire..

xxxxv16-all_3-processi-decisionali-fasi-dacquisto-copyright-olga-de-giorgi

DAL PROCESSO DECISIONALE ALL’EXPERIENCE d’ACQUISTO

Come un Brand può stimolare il Cliente a sperimentare l’esperienza progettata ad hoc, tanto da attrarlo, coinvolgerlo, ed indurlo all’acquisto (n)? [o riacquisto]

Nel modello di Marketing Esperienziale di Ferraresi e Schmitt[approfondimenti nel cap. dedicato nel mio e-book© presentato online ”qui”] che incentra il concept sul focus principale BRAND AS EXPERIENCE [BX] la strategia della progettazione dei percorsi esperienziali [CEM ed ExPRO] in tutte le macro fasi dei flussi pluri•canale [pre•sales•post], sia di conoscenza del Brand e sia della suite di prodotti e/o servizi, è focalizzata nel coinvolgere in ottica olistica l’Essere Umano [moduli SEMs].

 

‘’Quale EXPERIENCE VALORIZZA il prodotto/servizio?’’

xxxxv16-all-_ferraresischmitt_mktg-experienziale-sems-expro-cem-copyright-olga-de-giorgi

MARKETING VENDE MARKETING

”L’obiettivo del Marketing e di rendere superfluo vendere.

L’obiettivo del Marketing è conoscere e capire così bene il proprio cliente

che i prodotti e servizi sono talmente perfetti  che si vendono da soli. ”

Peter Drucker

 

SALES: MARKETING FA VENDERE?

QUANDO LA COMUNICAZIONE MARKETING E’ COERENTE CON LE STRATEGIE,  IN ARMONIA CON TUTTO IL MODELLO di BUSINESS, ESPRIME, TRASMETTE, COINVOLGE..

©Copyright Christian Louboutin

©Copyright Christian Louboutin

 

COMUNICAZIONE MARKETING UNCONVENTIONAL

‘’La pubblicità emoziona, innamora, seduce. Suscita emozioni.

Un chilo di pubblicità può contenere 999 grammi di razionalità, ma

brillerà e si distinguerà per il suo grammo di follia’’

Luis Bassat

 

Guerrilla Marketing

xxxxv-all-guerilla-mktg-images-copyright-6

VISUAL MARKETING in chiave MARKETING 3.0 ESPERIENZIALE

‘‘Il visual marketing quindi crea un percorso visivo, culturale, creativo e di interazione con l’utente che, in epoca post-web, è stato individuato nell’altro geografico da me. Il suo fine, per esprimersi, è quello di unire ai linguaggi decodificati dal gruppo a cui fa riferimento, compresi i suoi errori formali, l’emozione e il luogo ibrido in cui il tutto viene calato. (…) Il visual marketing post-web quindi crea una struttura compositiva che, a prescindere dal suo essere bi o tri dimensionale, fissa o in movimento, utilizza le forme consolidate della comunicazione per creare con esse un travestimento emozionale. Ovvero quello capace di far passare il messaggio. Possiamo così dire in fine che lo scopo del visual marketing post-web è di produrre figurazioni, riprese della realtà sotto forma di immagini digitali, capaci di fermare all’istante chi le osserva nella miscela di reale e virtuale che viviamo, facendolo riflettere sull’importanza culturale e creativa di ciò che viene ritratto, in quanto capace di colpire in modo diretto tanto i suoi occhi quanto la sua mente attraverso l’emozione.’’ Paolo Schianchi

©Copyright Chanel

©Copyright Chanel

MARKETING VENDE MARKETING

C.Louboutin E Chanel, per quali obbiettivi hanno proposto queste Campagne?

Ottenere visibilità? Generare leads? Rinforzare il Brand Value?

C.Louboutin E Chanel, con queste Campagne Marketing, cercan‘’like’’ o Clienti effettivi?

 

SALES: MARKETING FA VENDERE?

MKTG ORIENTATO ALLA FUNZIONE COMMERCIALE

SOLUTION PRE-VENDITA

xxxxv16-all_solution-pre-vendita-copyright-olga-de-giorgi

C’è solo un modo per scoprire verificando l’efficacia delle Strategie attuate con l’impatto delle azioni Marketing: agganciare gli OBBIETTIVI di Marketing & budjet direttamente agli OBBIETTIVI di VENDITA

Conversion Lead / Cliente effettivo in percentuale %  ..e non altre metriche 😉

Al loro meglio, i Reparti Sales & Marketing sono opportunità di creazione di reciproco vantaggio..

 

Per richiedere mie consulenze e/o la mia collaborazione, compilare il format ”qui

 

 

©Copyright Olga De Giorgi

 

 

Relativamente a questi argomenti, potrebbe interessarTi..

PRATICHE COMMERCIALI PLURI•CANALE: PUBBLICITA’, COMUNICAZIONE PERSUASIVA, NEGOZIAZIONE e VENDITA [norme, modelli, tecniche] – ACQUISIZIONE & GESTIONE CLIENTI e PROSPECT PLURI•CANALE [III ediz.’21 REV.’22 (557 pagg.)] presentazione in doc. pdf online ”qui” del mio e-book©Copyright Olga De Giorgi

 

 

 

 

agg. 13/6/'22
Pubblicato in SVILUPPO del POTENZIALE.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.